Pages

About

giovedì 24 novembre 2011

Sputacchio....

cioè... non so come dirvelo...
stamattina il mio tenero e dolce patato si è trasformato in un bimbo stupidello di 3° scuola materna e mi ha sputato addosso!
cioè ... mi ha proprio sputato
per fortuna avevo ancora su il pigiama.
Non vi dico la mia reazione, innanzitutto è partito uno scappellotto, io che sono contro ad ogni forma di viulenza, questa volta proprio mi è venuto spontaneo e poi l'ho sgridato molto molto intensamente.
Lui che non è abituato ad essere ne sgridato ne picchiato, essendosi quasi sempre comportato da bravo bambino, si è offeso a morte e a pianto per mezz'ora.
Così quando si è calmato ho cercato di indagare su questo suo comportamento, perchè l'ha fatto mentre stavamo giocando, ma anche se stiamo giocando, non si sputa alle persone e soprattutto alla propria mamma.
Comunque  a scuola si sputano addosso, wow che bel nuovo gioco, eh!!
Mi sembra strano che nessuno se ne sia accorto e stamattina ho dovuto spiegargli che questo non è proprio un bel gioco ma maleducazione e inciviltà pura!
Spero che l'abbia capito.
Stasera quando torno a casa cercherò di parlargli ancora, mi è dispiaciuto dargli una sberletta, ma vi rendete conto mi ha sputato addosso??!!!

venerdì 18 novembre 2011

It's a boy!

Niente... rimarrò l'unica femmina della casa!
Sarò circondata da 3 maschi.....

Nessuno mi ruberà lo smalto, il rossetto, il lip gloss. 
Mollette, mollettine ed elastici saranno tutti i miei.
Io l'unica tra le mie amiche,ad avere un'adorazione per il colore rosa, destinata al blu, azzurro, verdino, giallino.

Il papino per una settimana non ha quasi parlato, anche lui desiderava tanto una femminuccia.
Ora, non è che ne abbiamo fatto una tragedia, siamo contenti lo stesso, un bimbo è sempre una gioia, .... e abbiamo fatto l'elenco di tutti i lati positivi sul fatto di avere due maschietti, così per vedere sempre il lato positivo di quello che ci capita, ora speriamo che stia bene (per ora tutto ok), e che proceda tutto nei migliore dei modi.

Nel frattempo questo polpettino si muove veramente tanto, dicono che i secondi sono sempre un pò più agitati dei primi.........

un salutone


giovedì 17 novembre 2011

ecco...

Eccomi... non ho scritto per molto tempo, per due motivi principali:

- 1° -  perchè vedo che arrivano a visitarmi da siti strani..... ma a voi non capita? e mi è venuta un pò di paura.... non so se sono siti veramente pericolosi, sapete con quel si sente in giro.... e poi molte visite da stranieri, la cosa mi sembra alquanto strana, no?

- 2° - un lutto inaspettato nella mia famiglia, e non avevo proprio voglia di scrivere e leggere blog.

Ed ora eccomi, farò un bel giro dei vostri ultimi post, e domani vi svelerò il sesso del feto.

giovedì 20 ottobre 2011

notizie

Sono un pò latitante nell'ultimo periodo nel mondo blog......
Ma:
- questa gravidanza non è una passeggiata, per l'altra non avevo mai avuto nausee, stavo benissimo. Questa mi sta facendo pagare tutto quello che non ho passato prima, 4 mesi di nausee intense, giorno e notte, dolori perenni al basso ventre, stanchezza elevata all'ennessima potenza, e chi ne ha più ne metta.
- sto continuando a lavorare, e mi stanno prosciugando le energie, in più mi fanno girare the balls ogni 3 x 2.
devo venire per difendere il mio posto, e per non creare motivi per cui in futuro mi possa venir recriminato qualcosa.... quindi devo resistere fino alla maternità obbligatoria.
- naturalmente alla sera sono uno straccio, e di accendere il pc: voglia sotto zero.
- leggo qualche vs post al lavoro, in pausa pranzo, e nei ritagli di piccole pause che mi prendo (non alzandomi per bere il caffè) lo bevo platonicamente leggendo qualche post.
- ora è arrivata a trovarmi anche l'acidità
- dopo  tutto ciò: Non vedo l'ora che sia domani mattina, farò l'ecografia morfologica, e così finalmente saprò se sarà fiocco azzurro o rosa.
Non nascondo proprio per niente che desidero tanto una femmina, avendo già un maschietto......
.... speriamo.....
e comunque l'importante che stia bene.
Vi farò sapere!!!!

lunedì 10 ottobre 2011

piccolo episodio

Io e il patato stavamo giocando con i Lego, stavo cercando un pezzo, non riuscivo a trovarlo, e lui mi ha detto:

- mamma, lascia stare lo cerco io, che ho gli occhi più giovani dei tuoi.

Avrei voluto rispondergli:

- Weh bello, guarda che c'ho ancora 10 decimi, e non so poi così vecchia!!!!

domenica 9 ottobre 2011

domenica scorsa

Domenica scorsa siamo stati al mare, una giornata bellissima e abbiamo fatto pure il bagno!
Questo per fissare nella memoria che nel 2011, il giorno 2 ottobre, faceva ancora caldo, tanto da poter andare al mare e fare il bagno.
Stamattina faceva un pò più freddo del solito, e se fino a ieri abbiamo usato vestiti estivi, da domani mattina ho paura che dovremmo indossare il giubbottino.
Uf devo ancora fare il cambio degli vestiti negli armadi, ritirare i sandali, le scarpe estive, e tirare fuori quelle invernali, spero che comunque questo freddo non arrivi così all'improvviso e mi dia il tempo di far tutto.

sabato 24 settembre 2011

lunedì 12 settembre 2011

Vorrei avere più tempo


Vorrei avere più tempo.

Mi rendo conto che una giornata di 24h non mi basta, o forse mi basterebbe se lavorassi meno, ma per ora non è fattibile, siamo già tirati così.
Vorrei avere più tempo da dedicare alla famiglia.
Le vacanze mi sembrano già così lontane, il patato poco per volta si sta abituando alla mia assenza, ma gli manco tanto lo so, al mattino e alla sera mi abbraccia forte forte, uno dei primi giorni che sono tornata dal lavoro, appena rientrata a casa mi ha detto:
"ti voglio bene"
Non me lo dice spesso, e mai così come prima frase, mi è scesa la lacrimuccia.
Pretende la mia presenza, e io però certe sere sono proprio tanto stanca.
Per fortuna il papino è molto bravo in cucina, e così se noi giochiamo lui ci prepara la cena.
Però poi ci sono tutte le faccende domestiche, in casa da quando ho ripreso a lavorare sembra che sia scoppiata una bomba, e quando le faccio? Mi tocca rimandarle quasi tutte al sabato e alla domenica, e così verso giovedì/venerdì mentre mi aggiro x casa, mi ripeto "non guardare la polvere, non guardare i panni da stirare, non guardare i pavimenti sporchi, non guardare i vetri" chiudo gli occhi, mi concentro sul patato (che lo reputo più importante di un vetro sporco) e cerco di arrivare al week-end.
Anche se mi scoccia veramente tanto avere la casa "in disordine".
E poi vorrei avere più tempo per leggere, avrò almeno 6 libri che mi aspettano sul comodino.
Vorrei avere più tempo per imparare un nuovo hobby, per esempio è da un pò che ci penso, mi piacerebbe tantissimo imparare a lavorare a maglia o all'uncinetto.
Sto già cercando qualche blog (se ne avete da consigliarmene qualcuno, grazie) per imparare come si fa.
Sarò sicuramente autodidatta, chissà se ce la farò, ma soprattutto non riesco a trovare un'ora per infilare questo nuovo ipotetico e desiderato hobby.
Certo volere è potere.
Vorrei avere più tempo per cucinare, siccome non cucino quasi mai, e i ns menù sono abbastanza sempre gli stessi....
A casa ho un faldone di ricette scaricate da internet, mi ispirano tutte, e non vedo l'ora di farle.
Ma come faccio a preparare una cena decente se arrivo a casa alle 18.30/19?
E poi o cucino o dedico tempo al patato.
UFFFFFFFFFFFFFFAAAAAAAA a volte mi vorrei sdoppiare per riuscire a fare tutto quello che vorrei!

mercoledì 7 settembre 2011

5 min di gloria

Per 5 minuti il maschilismo che regna sovrano in  questo ambiente si è fermato, dando a Cesare quel che è di Cesare.
Cioè riconoscendo un mio lavoro, fatto da una donna.
Lui che alle donne è allergico, e che ci tiene a debita distanza.
Mi è quasi scesa una lacrimuccia.
Ma poi siamo tornati alla realtà.
E' durato poco.

lunedì 5 settembre 2011

La Sister

Anche se ci sono stati momenti in cui avrei preferito essere figlia unica, la Sister c'è,  e me la tengo.
Non è come per le amiche, che me le sono scelte, che hanno dovuto affrontare prove di fiducia, che sono state selezionate, alcune sono state eliminate, si ok sono un tipo molto selettivo, non mi fido di nessuno, e sono abbastanza riservata, ok ora ho aperto un blog e sono alla mercé (si dice così?) di tutti quelli che passeranno, belli o brutti, ma sono consapevole dei rischi che corro, e cerco comunque di mantenere l'anonimato.
Poi ultimamente alcune amiche mi hanno un pò deluso, ah ok ma io stavo per dirvi di mia sorella, "le amiche" è tutta un'altra storia.
Dunque ragazze mie, attenzione attenzione, guardate bene fuori dalla finestra, potrebbe esserci un uragano in corso, una tromba d'aria catastrofica, perchè sabato mattina dopo ben 6 mesi o più non riesco neanche e a ricordare,  è venuta a trovarmi mia sorella, la sister!!!
Cioè ci s'incontrava ogni tanto la domenica a pranzo dai miei, ma niente di più.
Miracoooooooollllllllooooooooooo.
Già che è passata, mi ha anche chiesto che cosa vorrei per il mio compleanno, no non quello del 2012, quello del 2011 (nb eran giusto passati 20 gg), ma che vuoi che siano: sciocchezzuole... la sister è fatta così.
Le ho detto: "Aspetta i saldi, così risparmi!"
Solo il primo anno ci sono rimasta male, normalmente mi dà il regalo dopo 30 gg, ora che lo so che è così, non ci faccio più caso.
Così quest'anno gliel'ho dato anch'io dopo 30 gg.
"chi mal semina mal raccoglie"

 
Poi però quando siamo lì davanti a una bella tazza di caffè e ce la raccontiamo, mi piace, ne sono contenta, peccato che capiti una volta all'anno... :-(


Così, è venuta ad annunciarmi il cambio di fidanzato.
Cavoli questa volta non ci ho azzeccato, avrei giurato che l'avrebbe mollato dopo l'estate, invece l'attuale, ormai ex, l'ha mollato prima.

NB :Quello che ho scritto sopra, l'avevo scritto in data 20/06/11, poi non so perchè non l'ho mai finito e pubblicato.

Comunque, ieri ho conosciuto il suo nuovo ragazzo.
Cara Sorellina,
il patato ha quasi 5 anni, e di qua son passati in soli 5 anni, 5 ragazzi diversi, uno per anno!
Cioè non è che possiamo continuare con questa storia.
A me dispiace per questi ragazzi, perchè poi quando li lasci, ci rimangono malissimo e stanno pure male.
L'ultimo l'avevo avvisato l'anno scorso, e lui mi ha riso in faccia simpaticamente, come dire "guarda che sono sgamato", eh no, caro ora lo so che sei disperato, "te l'avevo detto".
La Sister è tremenda.

Per il ragazzo new entry,  dopo averci passato un'oretta, ho decretato:

"questo il panettone con noi non lo mangia!"

Spero di sbagliarmi, per il bene di tutti.

A proposito sapete quando mi ha dato il regalo??
Era il 4 o 5 agosto.

Quest'anno ben dopo 2 mesi.........Chissà l'anno prossimo.

venerdì 26 agosto 2011

sono tornata operativa



Eccomi rientrata dalle vacanze!
Quest'anno per la prima volta abbiamo scelto come meta delle ns vacanze la montagna.




E' stata una vacanza serena e tranquilla.
Ora farò un giro blog, e prossimamente altre foto!


martedì 9 agosto 2011

Varie ed eventuali

L'avevo scritto il 2 agosto:
ah ah ah oggi lo sfigato (per chi non avesse letto il post "sei uno sfigato" è il presidente gay della società in cui lavoro) è andato a pranzo con due nostri clienti,  gay pure loro!
Dovevate vedere com'era eccitato. (a me veniva da ridere!)
Speriamo almeno che scocchi qualche colpo di fulmine.
Così almeno se trovasse un moroso si perderebbe un pò e non penserebbe solo al lavoro, è già scocciato perchè è agosto, ed è mese di ferie per noi poveri dipendenti che abbiamo anche una vita sociale e familiare al di fuorì da qui, e le ferie ci son dovute per legge, se fosse per lui le abolirebbe.
Lui rimarrà tutto agosto qui, a far finta di lavorare e a stressare chi rimarrà qui, per soddisfare i suoi  capricci.
A me per fortuna mancano 2 gg e mezzo e poi saluto tutti, non mi sento ancora in clima vacanza, ho ancora troppe cose da finire e da sistemare.
Lo stagista invece al mio commento "mancano pochi giorni alla ferie, ma non mi sento in clima vacanza", mi risponde "no io... mi sento già in clima da più di una settimana", eh ci credo fai un cazzo!

Oggi 9 agosto:
alla fine non c'è stato nessun colpo di fulmine che io sappia, peccato!

Amiche blogger, ci sono ci sono, non sono ancora partita per le vacanze.
Sono a casa in vacanza da pochi giorni e me ne sono capitate un pò di tutti i colori, il patato si è rotto un dito, e ora ha praticamente tutta la mano destra ingessata. Povero tato!
Mi sono successe altre cose, ma ora non ho voglia di parlarne, vediamo come si evolvono, spero di riuscire a risolverle,  e soprattutto vorrei entrare in clima vacanza.

Buonanotte

giovedì 28 luglio 2011

Sarò una nonna vecchia?

Ci sono dei calcoli nella mia mente che continuo a fare, e ci ragiono, e ci penso..., e mi capita sempre più spesso, ci penso ci penso ci penso....
E sono:
Quando il patato avrà 30 anni, io ne avrò 60. Come sarò? Starò bene di salute? Riuscirò a vedere i miei nipoti se ci saranno, e riuscirò ad aiutarlo se lui ne avrà bisogno?
A 30 anni sarà difficile che sarà già papà, metti che diventi papà a 35 anni, io ne avrò 65 anni, sarò troppo anzianotta? Guiderò ancora? Il papino ne avrà 73.... sarà vecchietto. Che tipo di nonni saremo?
E niente mi ritrovo a pensare queste cose, i figli bisognerebbe almeno farli prima dei 30, come facevano una volta, così tu quando sarai nonna sarai ancora in forma (buona salute permettendo).
Invece noi saremo tutti nonni vecchi, ma molto vecchi.
Ormai si fanno figli a 40 anni.
Ho paura che quando i nostri figli avranno ancora bisogno di noi, noi non ci saremo.
Non riesco a togliermi questi pensieri dalla mente.
E poi penso a me, mia mamma, mia nonna.
Mia mamma mi ha avuta a 17 anni, e sua mamma è diventata nonna a 36 anni!
Cioè l'età che potrei avere io quando avrò un secondo figlio.
E ieri guardavo mia nonna e pensavo " potrebbe essere mia mamma", e la cosa non mi è piaciuta per niente, forse perchè sono abituata alla mia mamma giovane, e non riesco proprio a vedermici con una mamma così lontana da me.
Con mia mamma, faccio tutto come potrei fare con un'amica o una sorella, lei ha persin più vita sociale di me, è sulla stessa mia lunghezza d'onda, l'unica grande pecca è che essendo giovane, lavora ancora, e non può aiutarmi o fare la nonna a tempo pieno.
Però la preferisco così, attiva, lei va in piscina, va in palestra, va a correre,  balla latino americano, ha frequentato persin corsi di danza del ventre,al sabato sera esce,  alla domenica pomeriggio va a farsi l'apertivo con le amiche, mi chiama per avere spiegazioni su facebook (l'ultima volta era disperata perchè aveva dato l'amicizia a una, e ha scoperto successivamente  che  questa era lesbica, e così  mi chiama  per sapere come eliminarla dalla sua lista di amici!), mi chiede come funziona twitter, mi chiede che cos'è un blog (lei non sa che io ho un blog mio), ecc...
Praticamente è così presa dalla sua vita, in realtà che non hai mai tempo per noi.
D'altronde però non posso criticarla o lamentarmi più di tanto, perchè lei da quando ha avuto me, a 17 anni , si è dedicata alla famiglia, e non ha fatto in tempo a uscire con gli amici, ad andare a divertirsi, a 17 anni è diventata mamma, e ora che io e mia sorella siamo grandi, sta facendo tutte quelle cose che ho fatto io dai 17 anni ai 30.
Tutti questi discorsi, pensieri, in totale è che mi scoccia pensare che sarò una nonna vecchia.
Ve l'ho detto, forse perchè vivo questa realtà, comunque ora che sono grande, penso che l'età ideale per fare un figlio sia 25 anni.
Certo ai tempi nostri, è difficilissimo, contando che una ragazza, ora che finisce l'università, trova un lavoro, si mette a posto, eccettera è improbabile che a 25 anni abbia un figlio, però facendo "tutti i miei calcoli" trovo che sia l'età giusta.
Per chi ha letto tutto, grazie di avermi seguito nei miei calcoli contorti, e sono curiosa di sapere cosa ne pensate voi, mi piacerebbe leggere i vs punti di vista.
Ci avete mai pensato? Saremo tutte nonne vecchissime?

venerdì 22 luglio 2011

un pò di stanchezza

In questo ultimo periodo sono stata molto presa dal lavoro, e alla sera solo a guardare il pc ... mi veniva la nausea.. ...
Siamo tutti stanchi, il papino è stanco, io sono stanca, il patato è stanco e stufo di andare al centro estivo.
Arriviamo a casa alla sera esausti, e dopo un doccino e una cenetta veloce, andiamo tutti a nanna.
Non mi sembra neanche estate, non riusciamo neanche a farci un giretto in bici, o ad andare a mangiarci un gelato dopo cena.
Boh è un periodo così.
O qualcuno ci sta drogando.... o non è possibile che tutti siamo così spossati.
Ma voi tutte non siete stanche? Come fate a far tutto?

(prego elencare qui sotto i supporti vitaminici che utilizzate)

E allora conto i giorni che mancano alle vacanze:
- 9 gg lavorativi!!!! dirlo così sembra che manca quasi poco.

martedì 12 luglio 2011

senza titolo

Oggi voglia di lavorare: ti prego saltami addosso!! perchè non ce la faccio proprio, sono stanca, ho dormito poco, e non riesco a concentrarmi. In più lo dico a bassissima voce perchè lo so che appena lo dirò capiterà qualcosa, sembrerebbe una giornata tranquilla.... ecco l'ho detto! Mi son tirata la zappa sui piedi da sola!

Concludo questo brevissimo post per  "regalarvi una perla" (come dice Pentapata.. la regina delle perle):

questa è la mia:

se avete appena fatto fare i plantarini ( spendendo € 60) adatti al numero di scarpe che porta vostro figlio, lui dopo sole 2 settimane cambierà numero di scarpa perchè avrà una crescita nella lunghezza dei piedi miracolosa!

sabato 9 luglio 2011

Vorrei una pussola

Come quasi tutte le mattine, il buon patato si infila nel lettone per darmi il buongiorno, mi abbraccia, mi bacia, e stamattina sottovoce mi dice:
"mamma, devo chiederti una cosa"
Io ancora un pò addormentata: "si dimmi amore"
sempre sottovoce:
"mamma io vorrei una pussola"

"come una pussola....?!
Mi ripiglio un attimo, sgrano gli occhi,  e rispondo "ma amore con tutti gli animali che esistono a questo mondo,... non mi avevi mai chiesto di prendere un animale, ma che la tua prima richiesta sia una puzzola?! guarda non possiamo tenere una puzzola in un appartamento, e poi dove la prendo? mica la vendono nei negozi, non possiamo andare in un bosco e catturarla... è contro la legge... , e poi puzza, cioè ecco io..."
mi ero già lanciata in un torpiloquio lunghissimo e mi stavo già facendo mille pensieri, del tipo "ecco il primo animale che mi chiede.. e non posso accontentarlo, e se ci rimane male, e se ..., e se .... "

e lui dopo un pò mi dice:
"mamma, ma  io volevo una bussola"

"ah una bussola!!!!!!!!!!!!"
Ok  a quello rimedio... la troverò... non c'è problema...

mercoledì 6 luglio 2011

Sei uno sfigato

Caro super presidente delle mie balle,
ti vorrei dire due tre cosette:
  •   tu che hai più di 50 anni e vivi ancora con i tuoi genitori, sei uno sfigato
  •   tu che non hai neanche lo straccio di un fidanzato, ma chi vuoi che ti si fila a te? Sei uno sfigato
  •   tu che al lunedì mattina arriva represso, perché conduci una vita ignobile e sfigata, e l’unica tua soddisfazione è sfogarti su noi dipendenti, solo perché solo così ti senti potente.
  •   tu che godi quando ci insulti e ci dici “sono io che vi do lo stipendio”, sei uno sfigato
  •   tu che hai la casa al mare e non ci vai, perchè sei solo, sei uno sfigato
  •   tu ciccione sfigato che ti permetti di insultarmi, dirmi delle cose per cui ti dovrei denunciare, non osarti mai più perchè ci vado veramente dall'avvocato.
  •  tu che non hai rispetto per le persone, che sei cattivo dentro, e poi fai donazioni e fai venire il prete a benedire gli uffici, sei un ipocrita.
  •  tu che sei pieno di soldi, ti vesti firmato, ma sempre e comunque sappi  che rimarrai UNO SFIGATO!

domenica 3 luglio 2011

Abemus nuova grafica

In questo periodo ho cambiato parecchie volte la grafica del blog, perchè non riuscivo a trovare qualcosa che mi piacesse veramente, ora grazie a ELE, sei fantastica, ce l'ho!
ORA NON LA CAMBIO PIU'!!!!!!!!!!!!!!!!! ve lo prometto.

... a volte basta poco per essere felice.

Certe mattine

Ci sono certe mattine che io adoro.
Sono quelle mattine, in cui nel silenzio della casa, si sentono due piedini correre, nel chiarore che traspare dalle persiane, si vede una figura di circa un metro, saltare nel lettone, infilarsi con maestria sotto il lenzuolo, e poi si sente il calore dell'abbraccio, quel calore quell'amore per cui ti senti vivo tutte le mattine e vale la pena alzarsi e vivere.
E me li godo tutti quei  cinque minuti di coccole, abbracci, baci, perchè penso: fino a quando durerà?
Fino a quando si infilerà nel lettone per farsi fare le coccole?

Spero ancora per tanto tempo, però mi rendo che sta crescendo, d'altronde come è giusto che sia.....

martedì 28 giugno 2011

Non è un artista

Ieri sera dopo cena, ho chiesto al patato di farmi un disegno, tema: la nostra famiglia.

Ecco il disegno:
....l'ho eliminato - 18.11.12


 Ok non ridete... che Vi sento!

Per essere un bambino secondo me disegna malissimo.

L'ho osservato in silenzio, per primo si è disegnato lui, in verde, per seconda io in viola, e per ultimo il papà in rosso.

(nb: io in realtà sono più magra del papino)

Quando ha finito e me l'ha dato, io gli ho chiesto:

- ma non ci fai le braccia?

- no

- e i capelli, gli occhi, la bocca, il naso?

- no

ok siamo essere alieni e veniamo da Marte.

Girovagando su Internet ho provato a interpretare il disegno, e ho trovato questo:

Se stesso al primo posto: manifesta un egocentrismo non del tutto superato ed un legame ancora molto forte con la famiglia dalla quale chiede attenzioni e affetto.

Disegno molto grande: manifesta sicurezza e fiducia di sé, a volte anche esuberanza.

Gambe lunghe: le gambe sono il simbolo del movimento, ma quando sono molto lunghe potrebbero rivelare il desiderio del bambino di crescere in fretta.

Qualcosa di vero c'è, qualcosa no. 

Son ben accette Vs interpretazioni del disegno.

venerdì 24 giugno 2011

Cara Cicogna...

Cara Cicogna,
io e te abbiamo un problema.
In tutti questi lunghi mesi di attesa, a parte i pianti, le delusioni, le aspettative, ogni mese IO mangiavo e mangiavo, ogni tipo di schifezza, senza ritegno, beh ogni tanto mi veniva il senso di colpa e facevo qualche giorno di dieta, a base di frutta e yogurt, tutto questo pensando che tanto tra un po’ sarei ingrassata… (J) , e che poi i kg in più li avrei  buttati giù tutti insieme, tipo l’anno prossimo,  e così i mesi passavano, e io tra una brioche, un kinder bueno, biscotti, pizze, focacce, dolciumi vari, ecco ci davo dentro.
Reduce dal fatto che con il patato avevo messo su 18 kg, e ne ho persi 20 kg, ero e sono più che positiva sul mio metodo post parto perdita chili.

Ormai da parecchi  mesi  ho cancellato dal mio vocabolario il termine  fare sport, perché sia mai….potrebbe risultare pericoloso. Mi immagino quei piccoli girini che tentano la scalata, e io che correndo  potrei rendergli la scalata difficoltosa, eh no mai farei una cosa del genere. Già me li vedo stanchi, si vede che non sono proprio in forma, d’altronde il papino comincia ad avere una certa età, e non saranno più vispi come un tempo.

Così cara cicogna, tu che in questi mesi  eri super impegnata, ti sei fatta magari anche un po’ di vacanza, ora non so dove sei, nel cielo a svolazzare di qua e di là, lo so che hai un gran bel da fare, ma io sto ingrassando, e la pancia mi sta venendo per altri motivi.

In più l’estate è ormai alle porte, e quel piccolo e molliccio salvagente che si è creato sotto l’ombelico non mi sta proprio bene. Sappi che io ti ritengo responsabile, e vedi di rimediare al più presto, così che io possa avere una scusa per la mia forma fisica molleggiante.

Ti ringrazio per l’attenzione, e aspetto tue notizie …..

Baci Mammadisera

mercoledì 22 giugno 2011

Io e la Bav1

Io e la migliore amica “Bav1” – scambio di email
Ieri tra un lavoro e l’altro:

Bav1 -  h. 9.53
scusa per ieri ma era arrivato a casa ****, e non avevo ancora preparato il tavolo.
Buona giornata


 Io -  h. 9.55
MA VA FIGURATI.


Io  - h. 14.26
Domenica o sabato (non ricordo) avevo mandato un sms a Bav2 :
nessuna risposta.
Ma si può?
È in vacanza! non sta scalando l’Everest.


Bav1 -  h. 14.31
Lei non ci dirà mai nulla, anche a me non ha nemmeno fatto sapere se il viaggio é andato bene, ecc ma io non ho nemmeno chiesto!
Ma almeno una risposta!!!
é la Bav2

Io - h. 14.35
Si ma almeno una risposta. Oggi è martedì. Capisco che magari non hai sempre il telefono con te, ma dopo 2 gg una risposta…….

Bav1 - h. 14.40
secondo me il telefono é sempre con lei, lei é telefono-dipendente, ma si sarà dimenticata...
E' fatta così... bisogna  accettarla così come é

Io - h. 14.46
Oggi ti sento molto filosofica….
Io più polemica…
Meno male che ci compensiamo.

Bav1 - h. 14.52
più che filosofica sono rassegnata
cmq meno male che ci sei sempre tu!!!

Io - h. 14.58
Idem per me J

martedì 21 giugno 2011

Vinci un buono sconto con... Marlene

Questo blog partecipa al contest di Marlene trarockeninnananne
le 3 cose che mi piacciono di più dell'estate sono:
- il gelato
- l'anguria
- le infradito

che vinca... la più fortunata!!! e BUON PRIMO GIORNO D'ESTATE A TUTTE!!!

giovedì 16 giugno 2011

mamme di maschietti: help me

Ma quando il vostro adorato cucciolo vi chiede:

"mammaaaaaaaa non riesco a fare la pipì perchè ho il pisellino duro!! Perchè ce l'ho così?"

voi cosa rispondete?

In casa nostra questa è una domanda abbastanza ricorrente.

Sinceramente le prime volte ero un pò in imbarazzo, non sapevo cosa rispondere, beh anche adesso non so bene cosa rispondere, mi trovo proprio in difficoltà e ... butto lì un:
è perchè hai troppa pipì da fare
uhm perchè hai freddo
uhm .. non so...

siccome se cerco di rispondere in modo sensato,vengo invasa da perchè? perchè? perchè?
Urge consigli su risposte decenti e sensate da dare!




ps.: ho cambiato Ladybird in mammadisera come il titolo del  blog.
Mi piace di più.
Ho anche modificato l'immagine, togliendo la classica coccinella e mettendo una fotina del patato che avevo scattato con il cellulare l'anno scorso.
spero che vi piaccia la modifica.

mercoledì 15 giugno 2011

Un pò di me

Fino a poco tempo fa ero saldamente ancorata alla mia idea che un figlio unico rappresentasse “la famiglia perfetta”. La mia idea di famiglia perfetta.
Ho portato avanti questo mio pensiero, questa mia convinzione assoluta  fino a giugno dell’anno scorso.
Il papino avrebbe voluto tanto fare subito il secondo, ma io ero inamovibile.
Perché?
I perché di allora erano tanti, forse troppi, mi hanno condizionato, mi sono lasciata condizionare.
Innanzitutto già io come persona non ho mai sentito, percepito istinti materni in me stessa.
 Non ero il tipo che si fermava quando vedeva un bimbo piccolo e gli faceva “bau bau micio micio”, i bambini in spiaggia mi davano fastidio, se sentivo un bambino piangere al supermercato lo guardavo male, se vedevo un bambino con il moccolo al naso pensavo “che schifo”, se vedevo una mamma con 2 gemelli pensavo “oddio che sfiga poveretta”.
Ecco questa ero io.
Quando il papino, nel ben lontano febbraio 2006, mi propose “ di iniziare a provare” “tanto sai mica arriva subito” “ci sono persone che ci mettono degli anni” “pensa Maria e Luca ci han messo 2 anni”, e avendo lui un istinto paterno elevato all’ennesima potenza  (lui era il tipo che se vedeva un bimbo piccolo gli faceva una carezza,  se poteva chiedeva di prenderlo in braccio per fargli le coccole, gli faceva cucusettete per farlo ridere,  se si organizzava qualcosa dove c’era anche qualche bambino, lui non  rimaneva tra noi adulti, andava a giocare con i bambini, ecc.. avete capito il tipo? Giusto?) e comunque avendo lui tanta voglia di diventare papà, ho acconsentito  e così “dai proviamoci”.

Neanche il tempo di dirlo, ed ero già incinta!

Dopo 2 mesi ho perso il lavoro.

Quasi subito dopo la nascita del patato sono capitate delle “ disgrazie” (non voglio approfondire) sia nella famiglia di mio marito sia nella mia, così che eravamo noi che dovevamo essere di sostegno ai nostri genitori, in un momento delicato della nostra vita.
Il ns primo anno con il patato è stato un anno duro, faticoso.
Il patato in più non dormiva, mangiava poco, e chi ne ha più ne metta. (facendo un'autoanalisi sono convinta che tutti i problemi che ho avuto con lui erano una conseguenza del nervosismo, angoscia, malessere generale che c'era intorno a noi, anche se io e il papino abbiamo fatto di tutto per lasciare i problemi fuori dalla porta, e , a casa nostra creare un ambiente familiare sereno e gioioso).

Nel frattempo, avevo anche trovato un lavoro, quindi mi sono rimessa in gioco, e facevo i tripli salti mortali per stare dietro a tutto, sia fisicamente,  sia psicologicamente.

A casa mia, una delle disgrazie è stata mia sorella.
Uno dei miei pensieri più ricorrenti negli ultimi 4 anni è stato: se non ci fosse stata lei la mia vita sarebbe stata migliore.
Lo so non è un bel pensiero, ma ho i miei buoni motivi per scriverlo.
Il mio concetto di famiglia è stato condizionato dal rapporto tra me e la sister, tra quello che mi hanno sempre inculcato i miei genitori: "meglio figlio unico", "non azzardarti a fare il secondo", se vedevamo in giro delle famiglie con due passeggini mia mamma mi diceva: "tu non pensarci" , mio papà pure mi ha bombardato di messaggi: figlio unico figlio unico figlio unico.
Addirittura anche la mia nonna paterna me lo ha  sempre ripetuto, e pure mi ripete che sono stata sfortunata perchè ho avuto un maschio, "perchè sai le femmine stanno vicino alle mamme, invece i maschi le abbandonano" non immaginate quante volte mi sono sentita ripetere queste frasi.

Io,  in questi anni, anche se forse l'idea mi aveva leggermente sfiorato, mi sembrava quasi che se avessi fatto un altro figlio avrei fatto un dispetto alla mia famiglia,  li avrei delusi.

C'erano anche altri motivi più pratici per cui ero "bloccata", (motivi di carattere economico, motivi del tipo "non c'è nessuno che ci aiuta, è già dura con uno figuriamoci con due").

Finchè a giugno dell'anno scorso è come se mi fossi risvegliata da un lungo sonno, come se mi avessero tolto le fette di prosciutto dagli occhi, ho iniziato a scrollarmi di dosso il concetto di famiglia tramandatomi, ho iniziato a studiare altre famiglie, ho scoperto che ci possono essere famiglie felici, unite, che si voglio bene, fratelli e sorelle che si vogliono bene, che si danno una mano nel momento del bisogno, che vanno in vacanza insieme perchè stanno bene insieme, mi sono resa conto che la mia famiglia, io il papino e il patato eravamo una di quelle famiglie, e non eravamo "la famiglia dei miei" o "la famiglia dei suoi", noi eravamo la nostra, e avevamo gettato le basi, delle basi solide, per essere felici, per essere una squadra vincente.
Non me ne ero mai resa conto.
Mi sono "studiata", "analizzata" come mamma, e sapete cosa vi dico che mi sono piaciuta.

Ho aperto gli occhi, e ho capito che tipo di famiglia siamo e che tipo di famiglia vorrei che diventassimo.


Mi sto impegnando per portare avanti il ns progetto.

Ora quando mi capita di vedere in giro una mamma con 2 gemelli  penso:    che fortuna! ne ha già due! che bella famiglia numerosa!



domenica 12 giugno 2011

Eccomi


CIAO!!!
un piccolo ricordo delle vacanze ormai passate, finite, terminate, sigh, sigh, sigh.
Siamo stati via soltanto una settimana (this week non ho avuto tempo di aggiornare il blog, sorry), ed è passata velocemente. Siamo stati fortunati perchè non ha piovuto nemmeno un giorno.
Io son tornata più vecchia..... il 1° giugno era il mio compleanno:

sono contenta di aver festeggiato il comply al mare, con la mia famiglia, e alcuni cari amici, invece di passarlo, come avrei dovuto chiusa in ufficio.
L'unica nota negativa della vacanza è stato il super virus che si è abbattuto poco per volta su tutta la family, ha iniziato il papino il giovedì, il sabato ha colpito il patato,  e il martedì è arrivato a me. Questa settimana, ero a terra, quasi moribonda, e la stanchezza si fa ancora sentire. Ho un sacco di cose da sistemare, lavare, stirare, sono indietrissimo con tutto. (anche con il blog).
comunque son tornata.... domani andrò a comprare delle vitamine, qualcosa per tirarmi sù, anche psicologicamente, perchè sono un pò giù, per un pò di cosuccie, ma prevedo entro sera almeno per quello di stare meglio, la mia migliore amica, ha capito che ero un pò giù in questi giorni e per oggi pomeriggio ha organizzato una passeggiata, io, lei e l'altra mia migliore amica, con relative famiglie e bambini, così mi daranno il regalo per il mio compleanno, e a quel punto offrirò un aperitivo, lasceremo i bimbi ai papà e  noi parleremo più che potremo, a volte per risparmiare tempo ci parliamo quasi una sopra all'altra, ma ci capiamo perfettamente, i nostri mariti rimangono scioccati, non capiscono cosa abbiamo da raccontarci sempre e  come facciamo a capirci veramente se parliamo una sopra all'altra.
Come regalo di compleanno avevo chiesto "Mamma NON si nasce", speriamo che me l'abbiano regalato perchè non vedo l'ora di leggerlo!!
Vi farò sapere...



Posted by Picasa

lunedì 30 maggio 2011

Io che...

Io che ... finalmente sono in vacanza!

Io che ... sto dedicando tanto tempo al patato!

Io che ... non dovrei prendere il sole causa antiobiotico della scorsa settimana, ma al sole ci sto lo stesso! (sono un'incosciente)

Io che ... sto mangiando così tanto, che tornerò a casa rotolando!

Io che ... mi sento felice!!!

domenica 22 maggio 2011

mamma di scorta

Io oggi  febbricitante e con placche in gola, mannaggia, sono sfuggita a tutti i virus di quest'inverno, e ora un colpo d'aria mi ha steso. Così patato e papino sono andati al parco insieme.
Al loro ritorno, inizio con il mio solito interrogatorio: chi c'era? cosa hai fatto? devo avere sempre un riassunto dettagliato, è più forte di me,   così mi racconta che c'era una sua compagna di classe, Asia, e da lì entriamo in turbine di commenti:

io: "Ma com'è questa Asia a scuola?"
lui: "stupida"
io: "ah... .dimmi un pò e Aurora com'è?"
lui: "sciocca"
io: "e Gaia?"
lui: "Brava"
(oh meno male, mi stavo preoccupando, gli stavo già dando del  maschilista)
io: "e Sara?"
lui: "ah io me la sposo!"
io: "come te la sposi????"
lui: "è bella e brava"
io: "ma scusa, e Rachele? non era lei tua fidanzata?"
lui: "A Rachele le faccio fare la mamma di scorta"
(sto crescendo un musulmano poligamo e non me n'ero resa conto)
io: "scusa eh, ma cosa vuol dire mamma di scorta?"
lui: "eh che se io e Sara andiamo a lavorare, e ci sono i bambini malati, c'è una mamma che può restare con loro"
...
E lì ho capito.

Lui vede noi con tutti i problemi che abbiamo quando lui sta male, dobbiamo fare i doppi salti mortali, se non tripli con un doppio giro della morte. L'ha compreso fin troppo bene, e l'ha metabolizzato così, nel senso" io mi sposo e prendo due mamme, una che lavora e una che sta a casa con i bambini, così problema risolto".
Però no dai il triangolo no!!

giovedì 19 maggio 2011

Aggiornamenti

Caro Blog, Care Blogger,
Vi aggiorno su 2/3 cosette:

- stamattina ho litigato con lo stagista, e da lì mi è venuto un gran mal di testa. Praticamente alle 11.22 gli ho detto con un tono acido e antipatico: "scusa ma oggi a che ora hai intenzione di iniziare a lavorare?" e da lì è partita una mega discussione e ora non ci parliamo più.

- in pausa pranzo sono riuscita a fare un salto in ospedale a trovare la mia collega che ha partorito ieri, un bellissimo bimbo, sono felicissima per lei. Ma quanto sono piccoli appena nati? sembra impossibile che poi crescano così velocemente.

- alla blogger anomima che abita a 800 mt da casa mia, non ho ancora trovato il coraggio di scrivere, perchè fondamentalmente non vorrei che lei sapesse del mio blog, e così aspetto di trovarmela davanti, prima o poi capiterà e poi si vedrà. Ho un carattere molto impulsivo, quindi mi aspetto che dalla mia bocca esca una qualsiasi cosa, che sicuramente scioccherà anche me.

- proprio l'altro giorno commentavo il post sui  centri estivi di Twins(bi)mamma ed ecco arrivare proprio ieri il foglietto sul centro estivo della scuola materna che frequenta il patato, ok non svenitemi, perchè vedendo i prezzi di Roma, ecc... sono dei pazzi scatenati, da noi il costo totale per 4 settimane è: 60 € (dalle 9 alle 16), pre-scuola € 25 (dalle 7,40) e dopo scuola € 25 (dalle 16 alle 18), quindi calcolando che a me toccherà pagare tutto, spenderò € 105 : un mese. Più i buoni pasto, € 4 al giorno, per 4 settimane fa 80 €, per un totale complessivo di € 185. Penso che come prezzo sia onesto, o no? Cosa ne pensate?  Questo centro estivo è solo per i bambini dai 3 ai 6 anni, e si possono iscrivere anche i bambini delle altre scuole, se nella loro non viene organizzato un centro estivo.

- ora mi concederò un pò di relax sorseggiando un pò di pasito, un liquore dal sapore dolciastro che mi ha regalato il viticoltore dove siamo andati a comprare il vino circa due mesi fa'. Al papino piace bere bene, e soprattutto gli  piace avere la sua piccola cantina, quest'anno siamo andati nelle Langhe e Roero e ci siamo portati a casa due damigiane, una di buon Barbera e una di Arneis, uno tra i miei vini bianchi preferiti.
Vi lascio con questa foto:

 Buonanotte a tutte.

martedì 17 maggio 2011

Lovely Blog Awards

Ehi ragazze ma quanti premi carini. Ringrazio Murasaki per avermi premiata con:



Le regole sono:
- linkare chi ci ha premiati
- premiare e avvisare a nostra volta altre 15 blogger
- elencare 7 cose che parlano di noi

Elencherò 7 cose che parlano di me, e poi vedrò, perchè penso che tutte le blogger che seguo l'abbiamo già ricevuto, e io lo darei a tutte voi di nuovo, perchè ve lo meritate tutte.

- mi piace il pofumo dell'erba tagliata
- mi piace stare al sole e sentirne il calore sulla pelle
- mi piace il primo bacio del mattino
- mi piace addormentarmi sul divano avvolta nel plaid
- mi piace quando fuori piove
- mi piace ascoltare la musica a tutto volume quando guido sola
- mi piace guardare il mio bambino mentre dorme

venerdì 13 maggio 2011

Le tasche piene di sassi




Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Questa canzone di Jovanotti, ogni volta che la sento mi fa commuovere, rispecchia in tutto e per tutto il patato in questo periodo.
La scuola materna che frequenta il patato ha un bellissimo giardino, con tanti alberi alti e grossi che fanno ombra, tanti fiori, tanti giochi e tanti sassi. Alla sera quando torna a casa immancabilmente ha una tasca piena di sassi, che se lo becca la suora che ruba i sassi, me lo manda subito al confessionale.
A casa abbiamo dovuto ideare il sacchetto dei sassi, così almeno li mettiamo lì dentro, e non finiscono in giro per la casa, e in lavatrice come mi è gia capitato. Lui è fiero del suo sacchetto di sassi, e lo mostra persin ai vicini orgoglioso.
Purtroppo certi giorni rimane l'ultimo a scuola, noi lavoriamo tutti e due e non c'è nessuno che può andare a prenderlo, così il papino quando esce dal lavoro, sfida limiti di velocità, chiusure passaggi a livello e cerca di arrivare il prima possibile, e lui è là, con i suoi occhioni che ti aspetta,  ormai stanco dopo ben 8 ore e mezza a scuola e  non vede l'ora di venire a casa.
Quando arrivo a casa io non manca mai l'elenco dei pestaggi subiti. Ci sono quei 2/3 bambini veramente tremendi, che... se io potessi aspettarli fuori da scuola: guai. come avrete ben capito il patato non è uno che le dà, ma è uno che le prende.
Gli abbiamo sempre insegnato che non si  picchia, che alla violenza non si risponde con la violenza, ma ora ogni tanto sinceramente gli dico : "ma un calcio a quello lì quando si avvicina perchè non glielo dai?"
e lui tatone mi risponde: "mamma non si fa, io lo dico alla maestra".
E' un bravo bambino, a volte fin troppo, sono orgogliosa di come si comporta però è il mio bimbo, il mio amore e sapere che me lo pestano mi fa stare male.

Giunti a questo punto, un pò di giorni fa ho ricevuto il MIO primo premio, grazie a  tri mamma:

Essendo il primo è stato emozionante!!
E' stata veramente carina, cosa posso dire,appena ho aperto il suo blog e ho visto quella bella tazza di caffè e il pc ho pensato subito questo blog fa per me, anch'io vedo il mio momento sul blog come una pausa caffè, in effetti lo è proprio la maggior parte delle volte.
tri mamma è una mamma fantastica,  3 bambini da crescere,un concentrato di tanta pazienza e tanto amore.
Liester blog è un premio per aiutare i blog più recenti e meno conosciuti a crescere, le regole sono: segnalare di aver ricevuto il premio sul proprio blog, scegliere 3-5 blog a cui assegnare il premio e avvisare i destinatari.
Ho deciso di assegnare  il premio a (anche se qualcuno non è proprio un neoblog):

why mom
mammadisastro
Murasaki no Nikki
 
e speriamo che ora blogger funzioni!!!
 

domenica 8 maggio 2011

Festa della mamma

Il patato è convinto che la festa della mamma sia stata ieri, come del resto tutti i suoi compagni di classe.
La prima cosa che mi ha detto ieri mattina è stata: " non vedo l'ora che sia stasera". 

Come ogni anno, il sabato sera che precede la festa della mamma, la scuola organizza uno spettacolo, dove i bimbi cantano, ballano e recitano, spettacolo interamente dedicato alla mamma. 
E' stato bellissimo, a tratti commovente, e in certi momenti veramente divertente.
Le maestre sono state veramente brave ad organizzare la festa, i bimbi sono stati tutti bravissimi.
Anche se qualcuno per l'emozione si è messo  a piangere, ma ha continuato a cantare, chi si metteva le dita nel naso, chi si tirava su la gonna, chi continuava a salutare la mamma,  chi si sentiva "lady gaga" e ballava e cantava solo lei (questa bimba avrà sicuramente un futuro).
Alla fine della festa, ogni bambino ha consegnato il regalino alla sua mamma, il patato mi ha regalato un portafoto fatto di stecchini di ghiacciolo colorati di giallo e verde con dei tulipani appiccicati, un disegno con fiore a forma di manina:

e poi ha disegnato me, questa sono io:

Grazie Patato per le splendide emozioni che mi regali ogni giorno!!

mercoledì 4 maggio 2011

Lo stagista

Dunque lui, lo stagista che mi hanno appioppato, lo chiamerò Anto2 (in onore di una mia ex-collega tale e quale),  anche stamattina:
   è arrivato in ritardo come al solito, ora che ha acceso il pc, sistemato la sedia e i fogli lasciati in giro, letto a video la gazzetta, controllato FB, mandato un sms,  e essersi fatto un pò di affari suoi, è già passata un'ora.
  Poi mi dice: sono stanco, non ho dormito bene stanotte, e va a bersi un caffè e a fumarsi una siga.
Ritorna, finalmente comincia il lavoro che gli ho assegnato, ma viene chiamato dal presidente a parlare di chissàchecosa di non vitale importanza.
Ritorna, MA non si rimette a lavorare, e che stiamo scherzando, ha bisogno di un'altra pausa, caffè e siga.
Finalmente, al ritorno dalla seconda pausa, cominicia a lavorare, dopo neanche mezz'ora, si lamenta già: "eh ma che p... digitare sta' cosa, inserire... questo,  e ma perchè è così...???" mille domande e sbuffamenti.
Allora cosa fa?
Esce a fumare una siga.
Eh così la mattinata è volata.
Io oberata di lavoro, sull'orlo di una crisi, faccio diecimila cose insieme, lui povero un lavoro lo tiene lì due giorni, e poi alla fine lo devo pure aiutare: Perchè non ce la fa?!

Lati positivi: è carino e simpatico, mi fa ridere.
Però mi fa arrabbiare all'ennesima potenza perchè lavorativamente parlando non ha proprio voglia, e il lavoro poi ricade su di me, che mi devo fare in quattro.
Direte parlane  con il tuo capo........... : eh no, non posso più di tanto lamentarmi, perchè "è il figlio della morosa del mio capo", l'ha piazziato lui,  e cerca di parargli sempre il cosidetto fondoschiena.
Potreste dirmi, parla con qualcuno che è al di sopra del tuo capo, si ok ci starebbe, peccato che quel qualcuno sia della cosiddetta altrasponda, e quando entra nel mio ufficio, i suoi occhi si illuminano nel vedere il baldanzoso giovine, parla solo con lui, ogni scusa è buona per chiamarlo nel suo ufficio, per fortuna il feeling chiamiamolo così non è ricambiato.

Niente, devo aspettare il ritorno della mia amata collega , la quale è a casa in maternità, devo solo tenere duro (me lo dico da sola tutti i giorni).

venerdì 29 aprile 2011

Restyling Blog

Caro Blog,
Hai visto che bel restyling che ti ho fatto?! Siamo partiti miseri miseri, non avevo tempo da dedicarti, ero troppo incasinata,  troppi pensieri, presa da un impulso quel 31 marzo sono partita così senza pensare senza guardare....
Ma oggi, complice una giornata lavorativamente parlando meno stressante del solito, un pò di caffè in corpo, il papino che mi ha lasciato sola soletta, il patato che è andato a dormire presto, sono qui, e ho partorito la tua nuova grafica!
Abemus blogus nuevus.
Ora sì che possiamo partire alla grande. Ho solo un dubbio: espormi o non espormi personalmente?
Questo lo deciderò più avanti, anche perchè dopo questo post, seguirà una confessione su una cosa che ho scoperto, veramente veramente incredibile.
Ora mi aspetta un meritato riposo, un saluto a tutti quelli che passeranno di qua.

Buonanotte

martedì 26 aprile 2011

Io che...

Da oggi inauguro una nuova serie di post che si intitoleranno " Io che..." .

Io che ... continuo a mangiare cioccolato e ogni volta che ne prendo un pezzo nuovo mi dico: questo è l'ultimo.

Io che ... un giorno mi vedo magra e il giorno dopo mi vedo grassa.

Io che ... stampo ricette su ricette, ma non ne ho mai fatta una (per adesso)

Io che ... prendo sempre lo stesso gusto di gelato: cocco e fragola.

Io che ... mangerei tutte le sere la pizza.

mercoledì 20 aprile 2011

...uhm che paura...

Stamattina io e il patato stavamo facendo colazione come al solito, ad un certo punto mi dice:
"Mamma c'è il papà sul balcone!"
"ma no amore, è impossibile il papà è già al lavoro"
...
Dopo un minuto, mentre stavo addentando la mia fetta biscottata, ripete molto convinto:
"No mamma guarda c'è il papà sul balcone!"
"Ma no amore è impossibile"
"Ma no mamma guarda!"

Mi giro  e vedo UNO sul mio balcone!

In un secondo rivedo scene tipo alla "Criminal Minds", non so cosa fare, penso, non so, boh alla fine mi faccio coraggio,  apro  e chiedo:
"Mi scusi ma lei cosa ci fa sul mio balcone alle 8 del mattino?" nel frattempo che questo mi risponde, sento urlare la mia vicina dal piazzale:
"... ma non te l'ha detto tuo marito?!"
"No, cosa?"
"...che ci sarebbero stati i muratori per sistemare il balcone, e ci saremmo calati sul tuo con una scala... ma vi abbiamo chiesto il permesso...."
Io che non ne sapevo nulla, (perchè come al solito il papino è uno smemorato cronico),  gentilmente dico:
"eh scusi non è che mi accosta le persiane, siamo ancora in pigiama, grazie."

Un bel "cazziatone" al papino per i 10 capelli bianchi che mi sono spuntati per lo spavento non glielo toglie nessuno!

domenica 17 aprile 2011

Momenti di stress

Sono stanca, stressata e anche un pò depressa.
Non riesco più a sopportare una situazione che si è venuta a creare al lavoro, e sto riversando tutto il mio malumore tra le mura domestiche.
Il papino non ne può più delle mie lamentele, ogni sera arrivo a casa e sono incazzata, mi lamento, lui mi continua a ripetere giustamente che una volta varcata la soglia di casa, tutte le questioni lavorative devono essere lasciate fuori dalla porta,e  mi devo concentrare sulla mia famiglia, lo so ha ragione, ma io non ne sono capace, non ne sono mai stata capace.
Non ci riesco e non so come fare. Ci provo, faccio uno sforzo enorme a giocare tutte le sere con il patato, inventarmi storie, ma nella mia mente, sinceramente, non vedo l'ora che lui vada a nanna, per sprofondare sul divano e staccare la spina.
Io lavoro tutto il giorno, passo 9 ore in ufficio, tutti i giorni, e NON ce la faccio più.
E' da stamattina che penso già a quello che dovrò fare domani, e  poi mi dico"sono proprio scema!", non riesco neanche a godermi la domenica.
Ci sono momenti che mentre gioco con il patato mi viene da piangere, penso per lo stress, cerco di mandare indietro le lacrime, ogni tanto ci riesco e ogni tanto no.
è un periodo così.... sono forte cercherò di tirarmi sù, l'unica cosa mi dispiace per il tempo che perdo con il patato, per la mia non-voglia di stare con lui, di fingere, mi sento in colpa.
Questo non mi fa proprio sentire una brava mamma, vorrei essere sempre felice, propositiva, gioiosa, nei suoi confronti, ma come si fa?!
oggi va così.....

martedì 12 aprile 2011

stranezze mattutine

Stamattina il patato non ne voleva sapere di svegliarsi, di solito si alza senza problemi, ma ci sono quelle mattine che proprio non ne vuole sapere, in più quando si alza è intrattabile, come il papino, che per i primi 10 min dopo il risveglio non gli puoi parlare insieme, io al contrario mi alzo  e sono già iper-attiva, e penso, faccio mille cose insieme.
Il patato è un pò particolare sotto certi punti di vista, per esempio, se io mi alzo prima di lui, non posso mica fare colazione, eh no! Devo aspettarlo, se no succede una tragedia di quelle che non ti asciughi più gli occhi.
Piange all'inverosimile, e poi ci metto tantissimo a calmarlo,  a volte ho dovuto fare "doppia colazione" se no non riuscivo più a rispettare la tabella di marcia del mattino, scuola, lavoro, al mattino ho veramente i minuti contati. Dopo alcune volte, ho capito che è una sua fissazione, chiamiamola così, e lo aspetto, lo aspetterò sempre.
Stamattina ne ho scoperta un'altra.
Ho fatto un errore madornale: mi sono vestita.
MAI lo avessi fatto!
Quando ormai avevamo raggiunto l'orario limite per il suo sonno,  e dopo averlo più volte sbacciucchiato per svegliarlo, sono andata abbastanza decisa, l'ho svegliato, lui mi ha guardata, e già con il magone mi ha chiesto: "Perchè sei già vestita?"
"Amore,  tu volevi dormire, .. mamma ti ha lasciato dormire un pò di più, ...nel frattempo si è vestita, è già tardi, dai andiamo a fare colazione insieme.."
Ha iniziato l'urlo del pianto disperato, mi ha chiesto di rimettermi il pigiama, ma io "assolutamente no",  ho fatto fatica a gestire la situazione, dopo 10 min sono riuscita a calmarlo, abbiamo fatto colazione, ed è tornato "normale".
Poi una corsa folle alla scuola materna,  corsa folle fino in ufficio, solo  5 min di ritardo (miracolo!).
Io non so, sinceramente non riesco a capire  perchè fa così, mi piacerebbe sapere se anche altri bambini al mattino hanno delle fissazioni.
Noi dobbiamo avere la stessa tovaglietta, la stessa tazza, disposizione Nesquik, zucchero, biscotti, sempre uguale, mai cambiare, luce accesa in cucina.
Sarà una fase? Bohhhhhh
Io cmq Patato ti adoro così come sei!!
.

venerdì 8 aprile 2011

Dal Lavoro...

Giusto perchè io ho iniziato  a scrivere il mio blog, a casa la Telecom mi ha staccato la linea, e Fastweb non è ancora venuta a farmi il nuovo collegamento. E non verrà almeno fino a martedì! :-(
Costretta a scrivere di corsa, stacco la mente un attimo, e penso al mio patato, finalmente è venerdì, tra due ore lo vedrò e finalemente passeremo due giorni insieme, dal mattino alla sera.
Le previsioni danno sole sole sole!!

giovedì 7 aprile 2011

Pausa cappuccino

Caro Blog,
lo so ti sto trascurando, ma il mio tempo è veramente ridotto al minimo, in questi giorni ti ho pensato, a cosa scrivere, di cosa parlare, e alla fine, sono giunta a una conclusione: penso, suppongo, ne sono quasi certa non sono molto brava a raccontare, non ho studiato giornalismo, lettere,  ma ho sempre tenuto da piccola dei diari, tanti tanti tanti diari, e ancora adesso (forse è per questo che ho aperto questo blog) sento il bisogno di esternare i miei sentimenti, i miei pensieri, di scrivere quello che mi passa per la testa, essendo una donna, una mamma, una moglie, nella mia testa c'è di tutto e di più. va beh, mentre mi bevo questo "finto" cappuccino della macchinetta, mi rilasso 5 min scrivendo poche righe e curiosando in qualche blog per svagarmi 10 min, e dopo si ricomincia a lavorare.

domenica 3 aprile 2011

Venerdì sera

Dalle ore 18.30 alle 18.50 circa seduta per terra nel cortile a vedere un film immaginario sul muro, commentato dal patato, da una seienne e dal suo fratellino duenne. Sono stata pure sgridata perchè non guardavo nella direzione giusta.
Riesco ad entrare in casa,  il patato che si è impossessato della pompa della bicicletta sta cercando di gonfiare tutta casa, naturalmente mi vuole come aiutante così passiamo in rassegna un pò di mobili, il pc, e alcuni suoi giochi, anche qui vengo ripresa perchè "devi usare tutte e due le mani", "dai mamma spingi di più" "gonfia di più".
Nel frattempo, per  fortuna il papino ci ha preparato la cena, così pausa.
Dopo cena, vedendo che il patato aveva ancora qualche forza, abbiamo inventato un gioco nel lettone, io mi sono trasformata in  un gatto e lui in un cane,(lui si diverte un mondo a fare finta di essere un cane, non ho ancora capito il perchè),  ci siamo costruiti una tana con cuscini e piumone, e ci siamo divertiti con poco e niente.  Questi sono i nostri momenti, quelli migliori della giornata, ridiamo, ci abbracciamo, ci facciamo le coccole.
 Cerco sempre di ritagliarmi almeno 20 minuti tutti per noi alla sera, delle volte sono veramente stanchissima, e quando il patato mi chiede "Giochiamo?" e io gli rispondo "un attimo amore arrivo, sono un pò stanca", lui mi risponde  "Ce la puoi fare!" , e allora ce la faccio.

giovedì 31 marzo 2011

Cominciamo

Bene, che dire?! Amo leggere i blog, soprattutto quelli che parlono  della famiglia, di donne, di mamme, di bimbi, li ho scoperti per caso un pò di tempo fa, sentendo un'intervista di Wonderland (Ma Che Davvero) alla radio, mi ha molto colpita, così appena arrivata al lavoro mi sono collegata e sono andata a curiosare nel suo blog,  mi è piaciuto tantissimo, e mi rispecchiavo in tantissime cose che scriveva, da lì, ho iniziato a seguirne altri, e così via. I blog delle mamme, mi hanno fatto ridere tantissimo, mi hanno fatto riflettere, mi hanno dato idee.
Così oggi ho deciso, anche se penso: di non essere molto brava a scrivere, di avere poco tempo, di non avere la più pallida idea di come far "funzionare" un blog, di come mettere le foto, le etichette, ecc... ci provo, oggi mi sono decisa  e comincio. Oggi ne sento il bisogno.  Il ghiaccio l'ho rotto.
Benvenuti nel mio blog!