Pages

About

sabato 10 novembre 2012

e la crisi economica

Non c'è niente da fare, stiamo diventando sempre più poveri.
Il futuro ci fa paura.
Ci fa paura perchè non sappiamo se riusciremo a far vivere una vita dignitosa ai nostri figli.
Se avremo i soldi per farli studiare all'università,  per fargli fare sport, per portarli in vacanza,semplicemente per soddisfare i loro bisogni primari.
Io sono veramente incazzata, mi abbassano lo stipendio, di tanto.
E vi dico, non c'è ne sarebbe bisogno, vengono a togliere i soldi ai più deboli, perchè sanno che abbiamo bisogno di lavorare, perchè ho il mutuo, due bambini, e perchè in giro non c'è lavoro, e sanno che se volessi cambiare sarebbe veramente difficile.
La benzina costa di più, io uso la macchina per andare al lavoro, tutti i giorni 50 km, costa tutto di più, dal gas, all'energia elettrica, alla spesa, è già difficile così, e mi diminuisci pure uno stipendio che è 4 anni che è lì fermo in stand-by.
Però tu Presidente dei miei stivali hai comprato un quadro per la sala riunioni del valore di € 25.000 sai cosa ti dico: ma vaffanculo!!!!
Mi dispiace per i termini, non dico mai parolacce, ma qui ci vuole.
Hanno il coltello dalla parte del manico, e lo usano bene, infliggono nelle ferite già aperte.
In più lasciando a casa personale, aumenta il lavoro per chi resta, quindi non è che lavoro meno, lavoro di più. E pure mi hanno dato delle responsabilità maggiori, e tutto questo per che cosa? Per guadagnare di meno. Questo è sfruttamento bello e buono.
L'altro giorno pensavo alla cassiera del supermercato (senza nulla togliere alle cassiere, anzi), guadagna più di me, e il suo unico compito è far passare i prodotti, emettere uno scontrino, incassare, far due chiacchere con i clienti, stop finito. zero sbattimenti, zero responsabilità. finito il turno torni a casa.
Stavo pensando seriamente di far domanda in un supermercato. Sempre che assumino........
Pure mio marito guadagnerà di meno questi due mesi, perchè c'è crisi pure da lui, e così faranno cassa integrazione, a giorni alterni fino a Natale e poi si vedrà.
E non ho ancora fatto la lista dei regali di Natale :-(

3 commenti:

  1. anch'io convivo tutti i giorni con una paura folle per il futuro... mi unisco al tuo vaffa di cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più si va avanti e più vedo un futuro grigrio...

      Elimina
  2. è davvero una brutta situazione, Marito per fortuna ha un lavoro sicuro (no, non fa il becchino ^___* ) ma è dura lo stesso, non vedo ora che questo anno passi infretta così almeno la rata del mutuo non ci sarà più

    RispondiElimina

Il tuo commento è sempre il benvenuto qui....