Pages

About

giovedì 11 aprile 2013

Terzo colloquio con la maestra

immagine presa dal web
Appunto quello che sto facendo, drink coffee.
L'altro giorno sono andata al colloquio con la maestra del patato. A parte la coda enorme che ho fatto, siamo una classe dove l'affluenza dei genitori a colloquio è elevatissima (in certe classi era quasi nulla), dopo molto, ma molto, è arrivato il mio turno.
La maestra del patato come già detto più volte è bravissima, e sia a me che al patato piace tantissimo.
E' molto dolce, calma e materna.
Cosa mi ha detto..... ora mi tocca gongolarmi un pò.....: il patato è bambino educato, rispettoso, in classe si comporta benissimo sia con lei (la maestra) che con i compagni. E' un bambino socievole e vivace. Durante la lezione è molto attento, e quando la maestra fa una domanda lui ha sempre la mano alzata e ha la risposta giusta. E' molto intelligente, si impegna tantissimo, si vede che gli piace andare a scuola e che ha sete di imparare. Mi ha detto che non posso che essere orgogliosa del mio  bambino, la maestra ha detto che è un piacere insegnare a un bambino così. (gongolamento a milllleeeeeeeee).
Unici due lati negativi: colora male e scrive ancor peggio. E dire che avevo iniziato presto a fargli fare i pregrafismi, e gli esercizi in preparazione della scrittura, mi sa che  non sono serviti un granchè, o chissà se non glieli facevo fare.
E' che lui, testardo, non si vuole esercitare nella bella scrittura, perchè per lui l'importante è scrivere giusto, e non gli interessa proprio. Non capisco veramente da chi ha preso, sia io  che il papi scriviamo molto bene.
Per fortuna viviamo in un era tecnologica, e da grande, o ancor prima, userà una tastiera e chissene se proprio non scrive bene, l'importante  è scrivere la gn giusta e  mettere l'h quando ci vuole. Spero che prima o poi inseriscano i tablet nelle scuole, almeno nelle medie, evitando così l'acquisto dei libri e quelle cartelle pesanti che ne derivano.

Il colloquio con la maestra lo posso inserire tra le cose belle della settimana, perchè mi conferma che il lavoro che sto facendo con il patato è giusto e va nella direzione che voglio che vada, ogni volta che parlo con la maestra ho le conferme che voglio avere. Siccome tutti, i parenti, nonni, bisnonna, zie, zii, dicono che il patato è un bambino "difficile" da gestire, che non ascolta, addirittura maleducato, il punto è perchè loro lo vedono così? e io e la maestra lo vediamo in tutt'altro modo?? io lo so, mi sono fatta il mio pensiero, già da molto tempo. Loro non lo sanno prendere, con le loro frasi me lo indispongono, e lui si chiude in se stesso e quindi da lì non ascolta poi quello che gli dicono e delle volte non li saluta nemmeno. Pur essendo un bambino vivace e socievole, è molto sensibile e permaloso, e anche la maestra l'ha capito. Ha capito che lui necessita un approccio diverso, assolutamente non diretto e senza alzare la voce, e bisogna spiegargliele le cose, e non impartire ordini e basta. Peccato che i nonni questa cosa proprio non la vogliono capire, non immaginate quanto mi fanno incazzare certe situazioni che vedo. Per fortuna l'hanno sempre visto poco e lo vedono poco.
Rivedo nelle situazioni del patato con i miei, io con loro. Hanno sempre sbagliato tutto con me, e mi da fastidio veder che il patato se la prende per delle frasi "chenonhannosenso e chenonservonoanulla", servono solo a innervosirlo. E poi tocca a me riparare la situazione e riportare la calma. Il discorso è ampio e lungo, e già solo a parlarne mi agito, quindi chiudiamolo.

Idee per farlo scrivere meglio?

22 commenti:

  1. Idee per farlo scrivere meglio ...no ... ma hai detto giusto la scrittura la userà pochissimo e in questo caso W i computer ..

    ma senza dubbio un ode alla maestra che si sofferma a comprendere un bambino e ad usare con lui delle attenzioni ...va che di maestre cosi ce ne son poche ...

    per i nonni che dirti ...i nostri nonni spesso indispongono anche me che mi indispongo con i miei bambini con il risultato di un gran caos!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si penso che siamo stati fortunati a trovare questa maestra. I nonni a volte fanno i danni eheheh.

      Elimina
  2. Complimenti per le belle cose che ti hanno detto. però con rammarico dico che mancano le maestre di una volta quelle che alla scrittura ci tenevano e ti insegnavano la calligrafia con copie di brani e copie e copie. I miei figli ad esempio hanno una scrittura pessima :(

    RispondiElimina
  3. Uh mi consola saperlo.... Oggi cerchero' di farlo esercitare ma sara' difficilissimo.

    RispondiElimina
  4. Piacere di conoscerti!!!!
    Ora vado a leggermi un pò di te! Sere

    RispondiElimina
  5. A me succede di vivere spesso più o meno la stessa situazione, a scuola mio figlio è un perfetto soldatino e con la sua maestra ci adoriamo. Ma a casa è tutto molto più complicato, le critiche dei nonni poi ... Dopo tante battaglie ora forse anche i miei genitori stanno cominciando a capire di più ma non posso mai abbassare la guardia.
    Coraggio e difendi le tue posizioni, del resto stai già raccogliendo tante soddisfazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si io vado dritta per la mia strada. che bello quando c'è armonia con la maestra vero?!

      Elimina
  6. Mah secondo me crescendo la scrittura migliorerà. Poi effettivamente quello che conta è che impari a scrivere bene a livello di grammatica, la calligrafia lascia un pò il tempo che trova. Princi, piacere di conoscerti.

    RispondiElimina
  7. Lascia stare... i parenti sanno giudicare tanto bene, ma quando si tratta di "sporcarsi le mani" e aiutare invece hanno sempre qualcos'altro da fare... Fanno arrabbiare, ma cerca di fregartene!

    RispondiElimina
  8. Quanto alla maestra sei davvero fortunata, il mio grande a scuola è distratto e non sempre si comporta benissimo, ma purtroppo questo dipende molto dalle maestre (soprattutto una) che non riescono a prenderlo per il verso giusto ...

    Sinceramente non ho consigli su come migliorare la scrittura. Da noi la maestra di italiano li ha sempre fatti scrivere tantissimo e BUH scrive bene e con precisione in corsivo, ma non credo dipenda solo da quanto si esercitano perché altri suoi compagni di classe scrivono proprio male...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quello che scrivi tu.... penso anch'io che il problema di Buh sia la maestra....
      spero che per la calligrafia con il tempo migliori, se no amen..

      Elimina
  9. Prince aveva iniziato bene come scrittura e con il tmepo è invece peggiorato, tanto che spesso alcuni prof l'hanno minacciato che se non scriveva in modo comprensibile gli avrebbero messo un'insufficienza a prescindere.....perciò magari il tuo patato farà il percorso inverso ^___^

    ma che bello è uscire da un colloquio camminando tre metri da terra per i complimenti????

    I parenti? lasciali perdere non cambieranno idea. ormai lo vedono così, voi sapete e conoscete il suo vero essere ed anche la maestra, questo è importante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è bello uscire soddisfatti dal colloquio ti senti "realizzata".
      Anche per Prince vale la regola: ormai siamo nell'era tecnologica e anche se è peggiorato amen, ormai si comunica con il pc, il telefonino..

      Elimina
  10. Se passi da me c'è un premio per il tuo bel blog!

    RispondiElimina
  11. Ri-passo qui per darti un premio! ;D

    RispondiElimina
  12. personalente, amo scrivere a mano e amo le calligrafie poco "calli" e molto disordinate!
    Ecco un piccolo dono per te, perchè mi piaci:
    http://www.mammavvocato.blogspot.it/2013/04/di-me-e-di-altri-blog.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!! vengo a subito da te.

      Elimina

Il tuo commento è sempre il benvenuto qui....