Pages

About

venerdì 28 dicembre 2012

Un grazie a chi passa di qua, senza giudicare

Non sono una scrittrice, e si vede. Non sono mai stata molto portata nelle materie umanistiche, ma per quelle scientifiche, e infatti ho studiato Economia, e non Lettere.
Scrivo perchè mi piace il mondo dei blog.
Mi arricchisco leggendo i vostri blog, mi danno spunti, mi danno l'ispirazione, mi aiutano a guardarmi dentro, a farmi degli esami di coscienza.
Alcuni blog mi tengono allegra, altri mi fanno riflettere.
Ho sempre letto molti libri, ma negli ultimi anni, non riesco più a trovare il tempo per leggere, e allora leggo in rete, leggo le vostre vite, leggo i vostri diari.
Così dopo molto tempo, passato a leggere in silenzio alcuni blog, mi sentivo quasi in difetto, volevo dirvi chi sono, scrivere qualcosa di me, dei miei bimbi.
Scrivere per ricordare.
Per guardarsi indietro, per confrontarsi.
Per condividere gioie e dolori.
Per avere un sostegno, una frase di conforto, un sorriso.
 
Sono stata assente parecchi mesi, nel periodo più delicato della vita di una mamma, un periodo che non ho voluto condividere con voi, ma ora ripensandoci non so neanch'io perchè.
Ero concentrata sulla mia famiglia.
Forse, ma non me ne sono resa conto, ma veramente ve lo dico, ero un pò in depressione, questo lo deduco dal fatto che dopo 3 mesi dal parto pesavo 47 kg, e la cosa mi aveva alquanto stupito. Da un lato felice  per essere tornata magra e dall'altro preoccupata perchè  avevo quasi pensato di avere un tumore, o qualcosa di simile.
Beh se ero in un momento un pò difficile "non me ne sono proprio resa conto", e nessuno se ne è accorto.
Io lo penso, solo dal fatto che sono dimagrita tanto. Però se è così, ho mascherato bene il tutto con tutti.
Sono entrata in un discorso complicato, e non so se mi avete capita.

Abbandonando il blog, tanti mi hanno abbandonato, forse qualcuno si è offeso. Forse hanno ragione, sono passati veramente tanti mesi.Mi rendo conto di non essermi "comportata bene" sparendo dalla circolazione, ma a volte si ha bisogno di stare sole con se stesse, e se si entra per sbaglio in un tunnel buio senza rendersene conto, si commettono degli errori, il tempo passa e tu non te ne accorgi, vivi alla giornata, cercando di fare tutto, dando il meglio di te, anche se non stai bene, anche se la notte non dormi, qui l'elenco potrebbe essere infinito.
 
Ringrazio  quelle poche che mi hanno ri-accolto con gioia, e che forse un pò mi hanno capita........
Grazie.
 

 
 
 
 

10 commenti:

  1. Il blog e' un diario, lo scriviamo per noi, per mettere un punto su pensieri che altrimenti volerebbero è che il tempo di sicuro ci farà smarrire. Non dobbiamo scrivere per dovere ma solo se la nostra testa e il nostro cuore, in contemporanea, vogliono farlo....se qualcuno si offende non preoccupatene, non è questo lo scopo di un diario. Un abbraccio di cuore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido perfettamente il tuo pensiero. Thanks.

      Elimina
  2. Penso che sia normale dare la priorità ad altro, soprattutto se, come nel tuo caso, non sei portatissima per la scrittura. Io, anche nei momenti di maggior casino, ho sempre scritto perchè per me scrivere è di vitale importanza, e sono anche molto veloce sulla tastiera, non faccio fatica.
    Tutto un altro discorso coi numeri (disastro cosmico).
    Credo ci voglia anche un certo coraggio ad ammettere di non essere stata bene, e un'altra cosa che mi sento di dirti che è magari i tuoi lettori vedendo che non aggiornavi il blog a mano a mano non ti hanno più letta per una sorta di disabitudine senza cattiveria alcuna, ma poi probabilmente saranno tutti felici di ritrovarti.
    Buon proseguimento allora.
    PS. Si ma le babbucce renna che belle sono???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti per me la scrittura non è una priorità. Grazie.
      Neh..stupende le babbucce renna!! :-)

      Elimina
  3. Come non capirti? C'è stato un momento in cui ho coltivato pensieri non dissimili dai tuoi. Un giorno mi sono guardata allo specchio e mi sono vista sciupata... e pure io pesavo meno rispetto all'inizio della gravidanza. L'allattamento mi aveva prosciugata e un estate caldissima mi aveva stremata.
    Siamo talmente prese da mille cose che non prestiamo abbastanza attenzione ai segnali che provengono dal nostro corpo.

    Sono lieta di sapere che ora va meglio. Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Si tutto un insieme di cose, l'allattamento, l'altro bimbo da gestire,la casa, un pò di problemi post-parto, ero come hai detto tu, stremata. senza forze. Allo stesso tempo felice per il nuovo arrivato, ma giù di morale senza sapere bene il perchè. Cmq ora abbiamo trovato il nostro equilibrio.

      Elimina
  4. Come ti hanno già detto il blog è un diario personale, chi scrive per avere un pubblico lo fa di mestiere. Io per esempio so di mettere la punteggiatura a caso a seconda delle pause che faccio leggendo, ma chissenefrega ^__*

    Sono contenta per te che ti sei risollevata prima di cadere ancora più giù, mi ha spaventato un po' il fatto che nessuno se ne sia accorto, non nascondere mai più un problema del genere.
    Ti auguro un nuovo anno più sereno e con sicuramente più lavoro.
    Un bacio grande ai tuoi omettini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi vedevano dimagrire, ma sapevano che ero sempre di corsa mai ferma, invece c'era anche un risvolto psicologico, ero un pò giù. Si speriamo in un anno più sereno e soprattutto con più lavoro. grazie un bacio

      Elimina
  5. Ciao sono una neo mamma e neo blogger! Tanti auguri di buon anno! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, benvenuta. non riesco a vedere l'indirizzo del tuo blog, me lo puoi scrivere. ciaooo

      Elimina

Il tuo commento è sempre il benvenuto qui....